Siete qui

Inestetismi della pelle: cosa sono e come curarli

Inestetismi della pelle: cosa sono e come curarli

Una delle maggiori preoccupazioni delle donne sono gli inestetismi della pelle che come per magia spuntano in diverse parti del corpo e in diversi periodi della vita. Ma vediamo insieme cosa sono e come curarli.

Pelle grassa, pelle sessa, couperose, sono solo alcune delle problematiche più diffuse che spesso ci creano qualche imbarazzo. Ecco alcuni consigli e qualche rimedio per prendersi cura della propria bellezza.

La pelle rappresenta l’organo più esteso del nostro corpo, con 1,5/2 metri quadrati di superficie e un peso equivalente al 10% del peso corporeo. Ad esempio in una persone di 50 kg, la pelle pesa circa 5 kg. Il suo spessore va da 0,3/0,6 mm in zone in cui la pelle è molto sottile, quali le palpebre, a 3/4 mm nelle zone più spesse, quali ad esempio le piante dei piedi. Numerosi sono gli inestetismi che riguardano la pelle del viso: couperose, rughe, macchie cutanee, borse, occhiaie, pelle grassa, pelle secca, per citare i più frequenti.

Analizzeremo le cause e le soluzioni per ciascuno di questi inestetismi della pelle, prima però, qualche regola generale, valida per la buona salute della pelle:

  1. seguire un’alimentazione sana e corretta
  2. evitare gli alcoolici
  3. bere abbondanti quantità di acqua
  4. non fumare
  5. dormire otto ore per notte
  6. proteggere la pelle da raggi UV con occhiali da sole e creme protettive
  7. praticare attività fisica
  8. evitare situazioni stressanti (sbalzi di temperatura, ambienti troppo caldi/freddi/umidi, inquinamento…)
  9. detergere la pelle prima di coricarsi e applicare una buona crema

La pratica quotidiana e costante di queste regole permette di mantenere la nostra pelle in buone condizioni e di apparire più bella. Analizziamo ora i principali inestetismi della pelle del viso:

PELLE GRASSA

Si definisce pelle grassa una condizione della pelle caratterizzata da un’abbondante produzione di sebo. La pelle appare più lucida rispetto al normale e sembra più spessa.
L’eccesso di sebo può essere dovuto a caratteristiche ereditarie oppure a cause di squilibri ormonali che inducono le ghiandole a lavorare più della norma (come nel caso delle donne in gravidanza, persone stressate, adolescenti…) L’eccesso di sebo ostacola la traspirazione cutanea e occlude i follicoli piliferi, creando un ambiente favorevole allo sviluppo di microrganismi. Ciò favorisce lo sviluppo di brufoli, punti neri, impurità.

Per prevenire e contrastare la pelle grassa si raccomandano le regole per la buona salute della pelle, unite aduna pulizia quotidiana accurata con detergenti delicati e all’utilizzo di un buon prodotto ad hoc.

PELLE SECCA

Lo strato corneo è lo strato della pelle più esterno e ha la funzione di proteggere le cellule vitali sottostanti. La sua principale funzione è quella di Funzione Barriera Epidermica: una barriera selettiva che regola principalmente il passaggio di acqua attraverso l’epidermide e l’assorbimento dei prodotti topici. L’idratazione è una funzione essenziale per l’efficienza della Funzione Barriera Epidermica. Uno stato di alterazione della Funzione Barriera Epidermica provoca infatti: aumento della perdita d’acqua, secchezza, desquamazione, sensazione di prurito… Lo strato corneo, disidratato, diventa fragile, perde le caratteristiche di flessibilità e di tampone verso agenti chimici, la pelle al tatto è ruvida e secca ed è più facile inoltre la comparsa di rughe.

Per prevenire e contrastare la pelle secca si raccomandano le regole per la buona salute della pelle, unite all’uso di detergenti non aggressivi e all’utilizzo di un buon prodotto ad hoc.

COUPEROSE

La couperose è un inestetismo cutaneo conseguente dovuto a vasodilatazione del microcircolo sottoepidermico. Si manifesta con un arrossamento intenso e cronico sulle guance, assumendo spesso la disposizione detta “ad ali di farfalla”. I capillari presenti nel derma, a causa della persistente congestione della pelle e della progressiva perdita di elasticità dei tessuti, possono dilatarsi in modo permanente e diventare visibili e irregolari (teleangectasie). La couperose è frequente nelle donne, soprattutto oltre i trent’anni, e si sviluppa prevalentemente su pelli secche, sottili, facilmente irritabili. Per prevenire e contrastare la couperose si raccomandano le regole per la buona salute della pelle, unite all’utilizzo di un buon prodotto ad hoc.

RUGHE

Le rughe sono delle pieghe sulla superficie della pelle, che si formano a causa di un cedimento delle strutture cutanee dovuto ad una carenza di collagene, per lo stiramento e l’estensione ripetuti di alcune zone della pelle, e di elastina, proteina a cui si deve la morbidezza della pelle.

Si possono suddividere in rughe di senescenza e rughe di espressione. Le rughe di senescenza si manifestano sulla pelle con il passare del tempo, perdendo la pelle l’elasticità e la compattezza naturale. Le rughe di espressione si manifestano anche in pelli giovani, causate principalmente da ansia, preoccupazioni, forti emozioni, choc, momenti negativi, o da una mimica facciale molto accentuata.

Le rughe iniziano a manifestarsi mediamente nella donna dopo i 25 anni di età, nell’uomo tra i 25 e i 30. Fattori quali l’eccessiva esposizione solare, la scarsa cura della pelle, l’inquinamento, il fumo accelerano la comparsa delle rughe. Per prevenire e contrastare le rughe si raccomandano le regole per la buona salute della pelle, unite all’utilizzo di un buon prodotto antirughe (creme e/o integratori)

MACCHIE CUTANEE

Le macchie della pelle sono una modificazione del colorito cutaneo, circoscritta o diffusa. Il colore della cute dipende principalmente dalla melanina, un pigmento responsabile dei cinque colori base della pelle e dei capelli. Le modificazioni del colore della pelle sono legate nella maggioranza dei casi ad una alterata distribuzione della pigmentazione melanica e possono essere distinte in due grandi gruppi1) ipermelanosi o ipercromie caratterizzate da un incremento della melanina 2)  ipomelanosi con riduzione o assenza del pigmento.

Le ipermelanosi sono le macchie della pelle più comuni (macchie scure); le cause delle ipermelanosi possono essere sia di natura genetica che ambientale. I fattori scatenanti più frequenti sono l’esposizione ai raggi UV; l’assunzione di farmaci fotosensibilizzanti o fototossici; fattori ormonali, in particolare gli ormoni estrogeni e progesterone. Per prevenire e contrastare le macchie cutanee si raccomandano le regole per la buona salute della pelle, in particolare l’utilizzo di filtri protettivi contro i raggi UV, unite all’utilizzo di un buon prodotto ad hoc.

OCCHIAIE

Le occhiaie sono un inestetismo diffuso, che si manifesta  con segni scuri sotto agli occhi. Sono dovute a fragilità capillare: lo strato di pelle sotto agli occhi è ricco di sottilissimi vasi sanguigni, quando i capillari si rompono, fuoriescono piccole gocce di sangue che si espandono nei tessuti circostanti, dando origine all’alone scuro. Le occhiaie possono inoltre accentuarsi a causa di sbalzi di temperatura, esposizione ai raggi UV, sfregamenti eccessivi, acqua troppo calda.

Non sono quindi legate all’invecchiamento. La comparsa delle occhiaie dipende da: ereditarietà e stile di vita. Per prevenire e contrastare le occhiaie si raccomandano le regole per la buona salute della pelle, unite all’utilizzo di un buon prodotto per il contorno occhi.

BORSE

Le borse sotto agli occhi sono dovute al passare del tempo: la cute palpebrale inferiore, con gli anni, perde tono e compattezza e forma un vero e proprio “sacco” di pelle. Disordini del microcircolo, ritenzione idrica con conseguente accumulo di tossine e liquidi nella zona sott’oculare, determinano il turgore delle borse. Per prevenire e contrastare le borse si raccomandano le regole per la buona salute della pelle, unite all’utilizzo di un buon prodotto per il contorno occhi.

I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

Leggi anche

Lascia un commento