Siete qui

Le 5 malattie della pelle più comuni

Le 5 malattie della pelle più comuni

Le malattie della pelle più comuni sono i brufoli, le verruche, le dermatiti, la psoriasi e la vitiligine. Scopriamo insieme come prevenirle, distinguerle e curarle.

Da piccoli comedoni a malattie più serie come la psoriasi o la vitiligine. Gli inestetismi legati alla nostra pelle sono molti, andiamo a conoscerli meglio.

Malattie della pelle: i brufoli

I brufoli possono essere la conseguenza di un´infiammazione dovuta a poca igiene personale oppure alla presenza di patologie come il diabete, che diminuiscono le capacità  di difesa dell´organismo.

Qualunque sia la causa, l´importante è non spremerli mai: la sostanza che ne esce trasmette l´infezione alla pelle sana circostante, e così ne arrivano altri.

Come si curano: Nella stragrande maggioranza dei casi, basta una breve cura a base di pomate specifiche. Nelle situazioni più gravi può addirittura servire l´incisione chirurgica, accelerando con impacchi caldi la maturazione del foruncolo per poi procedere all’intervento.

Il vostro dermatologo vi prescriverà  una cura antibiotica: pomate o compresse nel caso di infezioni serie.

Malattie della pelle: le verruche

Sono infiammazioni che si presentano come piccole e irregolari sporgenze giallastre o scure. Sono contagiose, in particolare se ci si trova negli ambienti umidi come piscine, saune o docce (ma alcune volte anche il pavimento di casa…).

Ricordate, allora, di indossare sempre le scarpette o le ciabattine di gomma, ma anche di non sedervi o sdraiarvi con troppa disinvoltura sul bordo della piscina. Ne avete avuta una? Non dovrebbe riprodursi, però potrebbe riformarsene una nuova in un´altra zona del corpo.

Le stesse regole igieniche valgono anche contro i funghi: le infezioni della pelle trasmesse dalla sabbia, dagli asciugamani sporchi o dai lettini da spiaggia non puliti.

Quale cura? Se avete una verruca, in farmacia trovate prodotti per eliminarla, come i cerotti con acido salicilico, che però possono essere irritanti. Meglio farsela togliere chirurgicamente o con il laser.

Malattie della pelle: la dermatite

Possono essere irritative o da contatto. Nel primo caso sono prodotte da una sostanza che danneggia la pelle. È la forma più comune: per farla cessare basta tenersi al riparo dalle fonti di irritazione e il problema scompare da sé.

La dermatite allergica da contatto, invece, ha un esordio piuttosto brusco e si manifesta con prurito, arrossamenti e gonfiori fino alla comparsa di bolle e croste. Può essere causata dai detersivi, da cosmetici (anche la semplice schiuma da barba) e naturalmente dai pollini.

Sotto accusa anche certi tipi di metalli (per esempio nichel e mercurio): occhio, perciò, alla bigiotteria più scadente e alle bancarelle dei robivecchi.

Quale cura? Le statistiche dicono che il 75% delle dermatiti sono allergiche. Quindi, per prima cosa, non tenete a contatto la pelle con la sostanza sospetta, poi fate gli esami allergologici (si chiamano test epicutanei) dal dermatologo per capire cos´è che vi fa male.

Per curarvi, potete usare farmaci a base di cortisone che riducono l´infiammazione e il prurito: pomate, compresse o (nei casi più rari) iniezioni.

Malattie della pelle: la psoriasi

E´ una malattia che colpisce soprattutto i Paesi industrializzati: solo in Italia si contano più di un milione di casi. Il nome deriva dal greco antico “psora”, che significa squama.

La malattia si presenta a chiazze soprattutto su gomiti, ginocchia, unghie e cuoio capelluto. Le cause, in parte sconosciute, hanno carattere ereditario. La psoriasi compare più spesso tra i 10 e i 40 anni, e segue il malato per tutta la vita.

Quale cura? Neanche la scienza può molto:  una volta individuata esistono sì alcuni rimedi, che però non risolvono il problema in maniera definitiva. Per la psoriasi si ricorre di solito ai cortisonici, abbinati a sedute di lampada solare.

Malattie della pelle: la vitiligine

Si chiama così la comparsa di chiazze bianche, che si formano per l´assenza di melanina. Nonostante passi per un disturbo tipico della vecchiaia, la vitiligine arriva all´improvviso e prima dei vent´anni, colpendo viso, collo, polsi e torace.

Non è dolorosa né contagiosa, può essere ereditaria (le cause precise non si conoscono). Molto spesso è scatenata da stress o da fattori nervosi (come quella dei bambini dopo l´arrivo di un fratellino).

Quale cura? Anche in questo caso, c´è poco fa fare. I rimedi esistenti sono palliativi. Tra le raccomandazioni fondamentali, divieto assoluto di stare al sole e uso abbondante di creme a protezioni elevatissime.

 

 

I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

Leggi anche

Lascia un commento