Siete qui

Melograno: tanti benefici per la salute

Melograno: tanti benefici per la salute

Il melograno, frutto originario della Cina, è ricco di vitamina C e fenoli, utile durante la gravidanza, aiuta a prevenire tumori e problemi legati alla menopausa. Scopriamolo meglio.

Il frutto del melograno, o melagrana, è caratteristico della stagione autunnale e matura a partire dal mese di ottobre. Si presenta come una bacca di colore roseo o rossastro, con una buccia coriacea e liscia, dal diametro di circa 10-12 centimetri. Anche se povero di calorie, circa 65 calorie per 100 grammi di melagrana, questo frutto rappresenta un toccasana per la salute.

Proprietà e benefici del melograno

Melograno: tanti benefici per la salute

Il frutto del melograno spicca soprattutto per le sue qualità antiossidanti, essendo ricco di vitamina C e di numerosi fenoli, tra i quali citiamo l’acido gallico, granatina, punicacorteina, punicafolina, punicalina, delfinidina ed altri ellagitannini particolarmente attivi contro i radicali liberi.

Importante anche per l’abbondanza di acido punico (dal nome scientifico del melograno: Punica granatum), particolarmente efficace come inibitore del cancro al seno. Oltre alle vitamina C, il frutto del melograno è ricco di vitamina K, importante soprattutto per i bambini, seguita anche dalle vitamine del gruppo B e quelle A ed E.

Tra le proprietà benefiche del melograno:

  • Antitumorale, grazie alla presenza di tannini e polifenoli, il melograno svolge una potente azione contro i tumori, in particolare il tumore al seno, alla prostata e alla pelle.
  • Vasoprotettore, il succo di melograno può agire come anticoagulante riducendo il rischio di arteriosclerosi. Inoltre sembra essere anche in grado di prevenire le malattie cardiovascolari, aiuta a ridurre il colesterolo LDL, e aumentare il colesterolo HDL (il colesterolo buono).
  • Anti age, protegge la pelle e contribuisce alla rigenerazione delle cellule, rallenta i processi di invecchiamento cellulare e riduce l’iper pigmentazione, contrasta acne e pelle grassa.
  • Gastroprotettivo, il succo di melograno aiuta a combattere emorroidi, nausea e parassiti intestinali. I semi, preparati come decotto, aiutano a combattere la diarrea. Il succo di melograno è invece lassativo ed ha un’azione stimolante dell’appetito.
  • Anti anemico, l’alta quantità di ferro presente nel melograno aumenta i livelli di emoglobina nel sangue, aiuta a ridurre l’anemia e previene l’Alzheimer.

Melograno in menopausa

Anche i disturbi causati dalla menopausa sembrano trarre buoni benefici dall’assunzione di succo di melograno. Grazie al suo contenuto di fitoestrogeni, dalla struttura molto simile a quella degli estrogeni prodotti dall’organismo, questo frutto è in grado di alleviare i classici sintomi della menopausa, come la ritenzione idrica, la depressione, l’osteoporosi, la fragilità ossea e la perdita di elasticità cutanea.

Melograno in gravidanza

Melograno: tanti benefici per la salute

 

Molti ginecologi consigliano il frutto del melograno tra i cibi da mangiare in gravidanza per le sue numerose proprietà. Infatti la melagrana  aiuta a favorire le contrazioni uterine durante il travaglio. Insomma, al termine della gravidanza, quando ormai il bimbo sta per nasce, la melagrana velocizza la nascita. Questo è quanto attribuito al beta-sitosterolo, un estratto dei semi della melagrana. Inoltre, Il melograno è un frutto ricco di acido folico. Questa vitamina del gruppo B favorisce lo sviluppo del condotto neurale del feto e previene la comparsa di malformazioni del sistema nervoso centrale.

Controindicazioni del melograno

Prima di fare una vera propria scorpacciata di melograno, è bene ricordare che alcuni soggetti possono essere allergici ad alcuni dei numerosi principi attivi contenuti nei frutti del melograno. Inoltre il melograno può inibire l’effetto di alcuni farmaci,tra cui: 

  • Farmaci antidiabetici: assumendo eccessive dosi di melograno daremo al nostro corpo eccessive dosi di zucchero
  • Antidepressivi
  • Antinfiammatori
  • Farmaci per l’ipertensione: il succo di melograno è controindicato a chi assume questi farmaci perché riesce ad abbassare la pressione sanguigna, interferendo con l’azione del medicinale.

Quindi, se state seguendo una cura, prima di tutto consultate il vostro medico e assicuratevi che non vi siano interazioni tra il frutto del melagrano e il medicinale che state assumendo.

 

I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

Leggi anche

Lascia un commento