Siete qui

Mangiare la frutta secca fa bene alla salute

Mangiare la frutta secca fa bene alla salute

La frutta secca non dovrebbe mai mancare sulla tavola se si vuole restare in linea e al riparo da malattie come il diabete: è quanto suggerisce un nuovo studio secondo cui mangiare noci, nocciole, mandorle e altra frutta secca ogni giorno aiuta a stare meglio e in forma.

Con il termine frutta secca si identificano diverse varietà di frutti, da quelli con guscio legnoso come noci, arachidi e nocciole a quelli essiccati come albicocche, ananas e papaya. La frutta secca, a causa dell’essiccazione, perde una buona percentuale di acqua e parte delle vitamine. Ha però un’alta concentrazione di zuccheri, sali minerali, proteine e fibre. Per questo motivo la frutta secca, in generale, è un alimento molto calorico, ricco di tanti grassi, per lo più insaturi, dunque “buoni”. Come dice la nonna: “tre noci al giorno tolgono il medico di torno”.

Proprietà e benefici della frutta secca

Mangiare la frutta secca fa bene alla salute

Antinfiammatoria

Alcune varietà di frutta secca, come le nocciole, contengono gli acidi grassi Omega 3 e gli Omega 6. Questi, oltre ad avere proprietà anti infiammatorie sono fonte di vitamina E. La vitamina E ha effetti antiossidanti sulle cellule dell’organismo umano.

Radicali Liberi

La frutta secca è ricca di flavonoidi, sostanze con proprietà antiossidanti che contrastano l’azione dei radicali liberi. Apportano quindi benefici alla salute in generale.

Ansia e Cattivo Umore

Le mandorle, hanno proprietà che apportano benefici in caso di ansia e cattivo umore. I pinoli invece, hanno proprietà energetiche, sia a livello fisico che mentale e sono consigliati in caso di stanchezza cronica.

Abbassa il Colesterolo

La frutta secca a guscio ha proprietà utili ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue e riduce il rischio aterosclerosi. È consigliata in caso di attività che richiedono un grande dispendio di energia, dai lavori pesanti alle attività sportive. Questo a causa dell’’alto potere calorico, la buona disponibilità di zuccheri semplici, fibre e minerali.

Sistema Cardiovascolare

Le noci e gli anacardi contengono grassi monoinsaturi. Questi grassi aiutano la salute cardiovascolare riducendo i livelli elevati di trigliceridi.

Regolano l’intestino

Le prugne secche, grazie alla buona quantità di fibre, aiutano a regolare l’intestino. Grazie al potassio che contengono in buona quantità, contribuiscono a mantenere un buon equilibrio idrico nell’organismo.

Proprietà Digestive

La fibra è anche utile al processo digestivo e previene quindi la stipsi.

Mal di Testa

Gli anacardi sono una buona fonte di magnesio. Questo oligoelemento è in grado di lenire il mal di testa ed è anche utile per regolare la pressione sanguigna.

Quando mangiare la frutta secca

Mangiare la frutta secca fa bene alla salute

È consigliato consumare frutta secca come snack a metà mattina o metà pomeriggio in grado di agire come uno “spezza fame”. Il quantitativo consigliato può variare in base alle caratteristiche e alle attività svolte dalla persona: è evidente che uno sportivo potrà mangiare di più rispetto a una persona che lavora al computer. Generalmente comunque il quantitativo si attesta tra i 15 e i 30 grammi a seconda della tipologia di frutta secca.

Frutta secca e diabete

Le noci fanno bene al cuore perché abbassano il colesterolo cattivo. Consumate regolarmente proteggono da cancro e diabete di tipo 2. Attenzione però al loro contenuto calorico: due o tre noci al giorno per 2-3 volte alla settimana sono la quantità ideale consigliata anche dagli esperti.

 

I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

Leggi anche

Lascia un commento