Siete qui

Pillola anticoncezionale e anemia

    Pillola anticoncezionale e anemia

    Quanto spesso sentiamo storie di ragazze che soffrono di anemia a causa del flusso mestruale e che risolvono il problema assumendo la pillola. Essa infatti riduce di molto la crescita dell’endometrio e quindi il flusso. Alle volte, però, mi è capitato di leggere di ragazze che si lamentano che proprio la pillola aveva causato loro anemia. Com’è possibile?

    Prima di tutto terrei a precisare che la pillola non causa anemia, anzi. L’unico collegamento che trovo tra pillola e anemia potrebbe essere un leggero calo nella produzione di eritrociti (globuli rossi) dovuta alla mancanza di vitamine fondamentali per questo processo. L’eritropoiesi richiede infatti l’intervento della vitamina B9 (o acido folico) e B12 (la cobalamina), che sono ridotte nelle donne che assumono contraccettivi. Un deficit a carico di questa vitamine potrebbe portare a scompensi e anche favorire l’anemia. Quante donne qui sono state o sono anemiche? Vi è mai capitato di dover assumere ferro per bocca (per esempio Ferrograd)? Se vi è successo, avrete notato che il medico non solo prescrive una pastiglia di ferro, ma (spesso) prescrive anche acido folico.

    La soluzione è consumare largamente tutti i cibi che contengono la vitamina B9 come insalata a foglia verde, asparagi, broccoli, carciofi, cavolini di Bruxelles, cavolfiori, rucola, spinaci, ma anche agrumi, legumi, kiwi, indivia, frutta secca, pane e pasta integrali. Importante anche assicurarsi di consumare giuste dosi di cibi contenenti vitamina B12, come carne (fegato e agnello), uova, pesce (soprattutto molluschi), facendo però molta attenzione a non introdurre troppo colesterolo. Un altro contributo molto interessante può venir dato dai cereali da colazione fortificati, fonte di vitamine B ma non solo. Inoltre, se ciò non dovesse bastare, si può assumere tranquillamente un integratore di vitamine B e acido folico, ma attenzione agli integratori che contengono anche vitamine liposolubili (vitamina A, vitamina E) perché queste tendono ad accumularsi nel corpo.

    In ogni caso, come ho già detto, la pillola tende a contrastare l’anemia perché riduce al minimo le perdite ematiche. E’ quindi opportuno rivolgersi al medico nel caso in cui si tema di soffrire di anemia nonostante l’assunzione della pillola.

    I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

    Leggi anche

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    benesserefemminile.it

    GRATIS
    VIEW