Siete qui

Pillola anticoncezionale Effriprev

Pillola anticoncezionale Effriprev

Pillola anticoncezionale EFFRIPREV, scheda informativa, indicazioni, efficacia, modo d’uso, avvertenze, effetti collaterali e costi.

EFFRIPREV  è una pillola contraccettiva da prendere oralmente, usata per prevenire la gravidanza. Generalmente  il blister è composto da 21 compresse ed ognuna di esse contiene piccole quantità di due diversi ormoni femminili: etinilestradiolo e dienogest.

I medicinali anticoncezionali come EFFRIPREV che contengono due ormoni sono definiti pillole “combinate”.

Prima di iniziare ad assumere EFFRIPREV, il medico solitamente vi farà alcune domande riguardo la vostra storia clinica e anamnesi personale e familiare. Il medico di solito misura anche la pressione sanguigna e, in base alla situazione personale di ognuno di voi, potrà effettuare  eventualmente anche altri esami.

CONTROINDICAZIONI

Non utilizzare EFFRIPREV se si ha un’allergia (ipersensibilità) all’etinilestradiolo o al dienogest, ad uno qualsiasi degli eccipienti di questo medicinale, se si ha (o si ha avuto) un coagulo sanguigno in un vaso della gamba (trombosi venosa profonda), del polmone (embolia polmonare) o di altri organi. Se si ha un disturbo che incide sulla coagulazione del sangue, come carenza di proteina C o carenza di proteina S. Se si ha (o si ha avuto) un attacco cardiaco o un ictus, o attacco ischemico transitorio.

Non va inoltre presa se ha una delle seguenti malattie, che potrebbe aumentare il rischio che si formino coaguli nei vasi venosi: diabete, pressione arteriosa molto alta, colesterolo nel sangue o iperomocisteinemia. Se si ha (o ha avuto) un’infiammazione del pancreas, se si soffre (o ha sofferto) di una patologia epatica, se ha avuto un tumore del fegato, se si soffre di insufficienza renale, se ha (o ha avuto) un cancro alla mammmella o agli organi genitali, se si verifica un sanguinamento vaginale non diagnosticato.

Oltre a quanto già detto è controindicato nei casi di un tipo di emicrania chiamata “emicrania con aura”.  L’aura è l’elemento distintivo di questo tipo di emicrania. É quella fase della durata tra 5 e 60 minuti (in media 20-30 minuti) che precede l’attacco emicranico, completamente reversibile, e in oltre l’80% dei casi è rappresentata da disturbi della vista (annebbiamento della vista e visione deformata degli oggetti).

EFFETTI INDESIDERATI

Come tutti i medicinali, EFFRIPREV può avere degli effetti indesideratisono prevalentemente rari, ma richiedono la sospensione del trattamento e la consultazione del medico.

Tra gli effetti indesiderati più comuni che può provocare EFFRIPREV: cefalee, disturbi dell’umore, irrequietezza, disturbi della vista, acne, aumento corporeo del peso, ritenzione di liquidi, sanguinamento e spotting emorragici. Abbastanza preoccupanti sono gli effetti indesiderati più rari come coaguli sanguigni venosi o arteriosi  in una gamba o in un piede, in un polmone, attacco cardiaco, ictus, coaguli sanguigni nel fegato, nell’intestino, nei reni o nell’occhio. Possono manifestarsi, in casi molto remoti, disturbi motori e affezione al pancreas.

VERO O FALSO: EFFRIPREV FA INGRASSARE?

Falso. Le pillole anticoncezionali di nuova generazione, come EFFRIPREV, contenenti drospirenone non provocano un aumento di peso. La paura più grande per le donne che decidono di assumere una pillola anticoncezionale è data dall’ossessione di ingrassare e ritrovarsi a guardarsi allo specchio con molti chili in più. Sfatiamo subito questo falso mito.

La pillola anticoncezionale è pur sempre un farmaco a base di ormoni, per cui è necessaria la prescrizione del medico, previa visita medica, da assumere solo se è davvero necessario.

Trattandosi di ormoni è normale che incidano sull’organismo e non solo sull’apparato riproduttore, e quindi anche sul metabolismo: con un possibile aumento del metabolismo, e quindi con un dimagrimento; con un rallentamento del metabolismo, cioè un possibile aumento del peso corporeo.

Le pillole anticoncezionali non sono più quelle di una volta. Infatti le nuove arrivate, quelle di  ultima generazione (terza o quarta generazione) come NAOMI  non fanno assolutamente ingrassare. Un piccolo aumento di peso potrebbe essere determinato solo dalla ritenzione idrica. Quindi rasserenatevi e non fatevi tentare troppo da dolci e cioccolato. Così si rischia di ingrassare veramente.

EFFRIPREV E LA TROMBOSI VENOSA

L’uso di una pillola combinata, come EFFRIPREV, comporta per la donna un aumento del rischio di sviluppare una trombosi venosa (formazione di un coagulo nei vasi sanguigni). Il rischio di trombosi venosa nelle utilizzatrici aumenta con l’età, con il sovrappeso e in caso di immobilizzazione prolungata ad esempio in caso di gesso alle o alla gamba o intervento chirurgico. In questi casi è meglio sospendere l’uso di EFFRIPREV.

Ricordiamo che il rischio di un coagulo sanguigno nocivo associato a EFFRIPREV è basso.

EFFRIPREV ED IL CANCRO

Il cancro alla mammella è stato diagnosticato con una frequenza leggermente più alta in donne che assumono la pillola rispetto a quelle che non ne fanno uso, ma non sappiamo con certezza se questo è causato dal suo trattamento.

La manifestazione di tumori alla mammella si riduce gradualmente dopo la sospensione dei contraccettivi ormonali combinati. É importante sottoporsi a regolari controlli al seno. Sono stati segnalati, in rari casi, tumori epatici benigni e in casi più remoti tumori epatici maligni. Interroghi tempestivamente il medico se dovesse avvertire un dolore insolito all’addome.

SANGUINAMENTO INATTESO

È normale se durante i primi mesi di assunzione di EFFRIPREV si verificano sanguinamenti inaspettati. Invece non è normale se questo sanguinamento si prolunga per molti mesi o se inizia dopo alcuni mese. Interroghi il medico in modo tale da poter ricercare la causa di questa anomalia.

COSTI

Per informazioni su prezzi e dosaggi della pillola contraccettiva EFFRIPREV leggi il nostro articolo.

Ricordate sempre prima di assumere la pillola EFFRIPREV di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo del medicinale.

 

 

 

 

I contenuti presenti su questo articolo hanno carattere informativo e non si sostituiscono in nessun modo a valutazioni di medici, dietisti o nutrizionisti specializzati o a terapie in atto. Ricordate sempre prima di assumere medicinali o prodotti di consultare un medico e di leggere sempre il foglio illustrativo. Nel rispetto del Codice di Condotta prescritto dal D.L. 70 del 9/4/2003, le informazioni inserite in questo articolo devono considerarsi di tipo culturale ed informativo.

Leggi anche

Lascia un commento